Home » Cosa Vedere nel Mondo » Musei Insoliti della Liguria

Musei Insoliti della Liguria

Liguria
°
Weather from OpenWeatherMap

Musei insoliti della Liguria

Quando si parla di Liguria, si pensa subito al sole e il mare, ma forse non tutti sanno che questo territorio ha molto da offrire ai suoi visitatori.
Oggi vi vogliamo proporre una serie di insoliti Musei Liguri, per rendere il vostro soggiorno in questa terra, unico e indimenticabile.

Museo delle streghe di Triora

Il museo etnografico e della stregoneria di Triora è situato nell’antico borgo medievale che domina la Valle Argentina,in provincia di Imperia. Non a caso, proprio Triora è stata lo scenario tra il 1587 e il 1589 di un importante processo per stregoneria che portò alla carcerazione di ben 30 presunte streghe, accusate di essere la causa delle pestilenze e della carestia, oltre che di cannibalismo verso bambini.Passeggiare per le stradine, i carugi, di questo borgo, sembra proprio di fare un tuffo nel passato, respirando un aria misteriosa e suggestiva. Il museo,è nato nel 1982 grazie a padre Francesco Ferraironi, qui sono custoditi moltissimi oggetti, risalenti all’epoca del processo, oltre a una vasta collezione di fotografie e cartoline che testimoniano la vita del tempo e le tradizioni di ogni borgata, ognuna caratterizzata da usanze proprie.

Museo del clown di Imperia

Tornando ad Imperia, potrete visitare Villa Grock e il museo del Clown.
Adrien Wettach, alias Clown Grock, è stato uno dei clown più importanti del passato, tanto che nel 1919 ottenne il riconoscimento di “Re dei Clown”. Il museo, non è altro che la sua casa, nella quale ha trascorso i suoi ultimi anni di vita, Wettach venne definito un artista completo, per le sue molteplici doti, infatti non si limitava ad essere un semplice Clown, ma era un abile giocoliere, equilibrista, acrobata e musicista. Pur avendo origini svizzere, durante la sua visita ad Imperia, si innamorò così tanto del territorio, che decise di comprare casa proprio qui, casa che ancora oggi, ricorda la sua storia e il suo grande talento.

Museo della carta di Mele

Il Museo è situato a Mele, un comune alle pendici dell’Appennino Ligure, a due passi da Genova. Esso è ricavato da un’antica cartiera che conserva ancora l’antica tradizione di un tempo, infatti qui è possibile scoprire come avveniva la produzione della carta fatta a mano. Il percorso espositivo, procede secondo il percorso di produzione della carta, grazie alla perfetta conservazione degli antichi macchinari, tale percorso sarà illustrato dal Mastro Cartaio.

Museo del vetro

Il Museo è situato ad Altare, un piccolo paese a 400 metri sul mare, in provincia di Savona. Altare è famoso proprio per la sua lunga tradizione di lavorazione del vetro, fatta risalire al XII secolo dai monaci Benedettini. Il museo dell’arte vetraria, ha sede nella splendida Villa Rosa, dove sono custoditi non solo particolari manufatti realizzati dai mastri vetrai, ma anche moltissimi arnesi utilizzari per la lavorazione del vetro. Il museo, fu fondato dalla società artistico vetraria e poi ceduto al Comune di Altare.

Museo dell’orologio

Situato nell’entroterra di Pietra Ligure, il Museo dell’Orologio è unico in Italia. Dedicato agli orologi da torre, è nato grazie al volere dell’orologiaio Giovanni Bergallo, che ha donato la sua personale collezione al paese natale desideroso di donare la propria collezione al suo paese natale. Il Museo dell’orologio, nasce in epoche recenti, infatti la prima esposizione pubblica avvenne nel 1984 in occasione dell’inaugurazione delle scuole elementari di Tovo S.Giacomo, fu proprio in questa occasione che lo stesso Bergallo espresse la sua volontà chiedendo l’istituzione di un museo atto a custodire l’arte orologiaia, così nel 1997 fu finalmente inaugurato il Museo dell’Orologio.