Home » Guide » Visitare Berlino – Luoghi d’interesse

Visitare Berlino – Luoghi d’interesse

Previsioni Meteo di Berlin
4°
3°
Mer
1°
Gio
-1°
Ven
-1°
Sab
Weather from OpenWeatherMap

Visitare Berlino – Cosa Fare e Vedere

Orami siamo in estate inoltrata e l’unico pensiero ricorrente è quello delle ferie, ognuno di noi per questo particolare periodo ha diverse aspettative, c’è chi predilige il mare e chi invece ne approfitta per visitare una capitale Europea, infatti sono molti i turisti che ogni anno anche nei mesi più caldi, preferiscono un viaggio ad una “Vacanza di Mare”. Tra le capitali particolarmente amate dai giovani e non solo, troviamo Berlino, una Città che riesce a fondere insieme, Cultura, Storia ma anche tanto Divertimento. La Città è ricca di luoghi emblematici, come suggerisce anche un articolo del magazine di Expedia Discover sulla Berlino al tempo della Guerra Fredda. Cominciando con le mete storiche e finendo con il divertimento (Fine Guida) I luoghi assolutamente da non perdere durante un soggiorno nella Capitale Tedesca sono:

Porta di Brandeburgo

La Porta di Brandeburgo è per eccellenza il simbolo della Città Berlino, nel corso degli anni, è stata emblema prima della divisione delle due Germanie durante la Guerra fredda, e successivamente è diventata invece rappresentazione della Germania Unita. Voluta da Federico Guglielmo II di Prussia e progettata da Carl Gotthard Langhans quest’opera vede la sua nascita nel 1788, successivamente completata ne 1791. La Porta era la via di ingresso in Città e linea di confine tra la Germania Est e Ovest, il 22 dicembre 1989 dopo neanche due mesi dalla caduta del Muro di Berlino (9 Novembre 1989) la Porta fu finalmente riaperta, in una festa popolare che contava 100 Mila persone che si riunirono in quel luogo per festeggiare la fine della divisione della Città. Da quel giorno la Porta di Brandeburgo è simbolo di Unità e Libertà del popolo Tedesco.

East Side Gallery

Come già accennato, nel 1989 il Muro di Berlino fu finalmente abbattuto, ma ancora oggi è possibile vederne un tratto lungo 1,3 KM lungo la Mühlenstraße, una delle vie della vecchia parte est di Berlino. Questo tratto è diventato la Galleria d’Arte a cielo aperto più lunga del Mondo, grazie ai Murales realizzati da diversi Artisti provenienti da ogni parte, che stimolati da questi grandi cambiamenti a cui stava assistendo la Germania ed il Mondo in genere, furono ispirati a creare le loro opere usando come tela, proprio la facciata del vecchio Muro. Ad oggi queste opere sono oggetto di tutela da parte dello stato Tedesco, che ne cura il ripristino per quelle danneggiate dal tempo.

Checkpoint Charlie

Durante la Guerra Fredda, il Checkpoint Charlie, era il punto di passaggio nel quale il transito era permesso solo alle persone autorizzate. Costruito nel 1961 Durante gli anni della divisione era il confine tra il settore Sovietico e quello Americano. Fra il 27 ed il 28 Ottobre 1961 durante il culmine della crisi di Berlino, il Checkpoint Charlie fu presidiato dal lato Ovest dai carri armati Sovietici e da quello Est dagli Americani, furono ore di tensione, tanto che si temette uno scontro armato. Oggi del Checkpoint Charlie non rimane nulla, fu abbattuto dopo la riunificazione fra le superpotenze. A ricordare il varco è rimasta una riproduzione fedele di una guardiola dell’Esercito Americano che nel corso degli anni è anche stata sfondo per diversi set cinematografici. La guardiola originale è custodita nel Museo del Muro che si trova nelle vicinanze del Checkpoint Charlie.

Palazzo del Reichstag/Bundestag

è uno dei monumenti più importanti della Città di Berlino ed è anche Il modo migliore per ammirare la Città dal alto. Nel 1871 si arrivò all’idea che nella vecchia sede del Parlamento, sito negli edifici di Leipziger Straße, non ci fosse abbastanza spazio e quindi fu indetto un concorso per la realizzazione di un nuovo parlamento più grande, funzionale e che rispecchiasse la grandezza del Reich Tedesco. Durante quell’anno non si giunse a una conclusione su dove e chi dovesse progettarlo, solo nel 1872 si giunse alla effettiva realizzazione su carta per mano di Paul Wallot. I lavori per la realizzazione cominciarono solo 10 anni dopo per via di varie problematiche, prima tra queste le discussioni fra Guglielmo I di Germania e Otto Von Bismarck. Il 9 Giugno 1984 iniziarono definitivamente i lavori e nel 1984 più o meno nello stesso periodo si conclusero. Oltre il valore Storico di questa struttura c’è anche quello Architettonico, infatti è presente una Cupola in Vetro e Acciaio progettata da Norman Foster nel 1992 durante uno dei restauri del Palazzo. La Cupola offre una vista a 360° sulla Città di Berlino ed è una delle più visitate dai turisti, si consigli di visitarla al mattino presto per evitare la grande folla. Attualmente il Palazzo del Reichstag è la sede del Parlamento Tedesco, assumendo il nome di Bundestag, rappresentando la Republica Federale di Germania.

Quartiere Kreuzberg – Divertimento

Dopo la parte turistica, lasciamo un pò di spazio al Relax e al divertimento. La vita notturna di Berlino è leggendaria, ciò è dovuto all’assenza dell’orario di chiusura obbligatorio dei locali, quindi non abbiate timore, al calar del sole saranno molte le alternative offerte, diversi bar e locali preferiscono stare aperti anche tutta la notte. Il quartiere principe della vita notturna Berlinese è Kreuzberg, questo quartiere nei tempi della divisione era posizionato nella Berlino Ovest, il centro del quartiere “Mitte” finì dall’altra parte del muro redendolo un quartiere di frontiera. Durante quegli anni il quartiere ha subito via via periodi di decadenza fino al 1990 quando è diventato un punto di ritrovo molto apprezzato fra i giovani per via del sapore anticonformista e ribelle che caratterizza Kreuzberg. Questo quartiere anticonformista ha dato spazio a culture Musicali come il Punk e libere espressioni artistiche come i Murales. Tra i locali più famosi troviamo l’ SO36 il club più alternativo della zona, ed è proprio qui che si tiene il singolare “Bad Taste Party” dove è indispensabile vestirsi male o meglio vestirsi come si vuole senza vincoli dettati dalla Moda.